anticorruzine trasparenza modelli 231
anticorruzione trasparenza modelli 231

Compliance e Prevenzione della Corruzione nei settori Pubblico e Privato

Di che cosa si tratta?

Di un sistema organico di prevenzione della corruzione, il cui aspetto caratterizzante consiste nell’articolazione del processo di formulazione e attuazione delle strategie di prevenzione della corruzione su due livelli: nazionale e decentrato/territoriale.

Di un concetto di corruzione inteso in senso lato, come comprensivo delle varie situazioni in cui, nel corso dell'attività amministrativa, si riscontri l'abuso da parte di un soggetto del potere a lui affidato al fine di ottenere vantaggi privati. Le situazioni rilevanti sono quindi evidentemente più ampie della fattispecie penalistica e sono tali da comprendere anche le situazioni in cui - a prescindere dalla rilevanza penale - venga in evidenza un malfunzionamento dell'amministrazione a causa dell'uso a fini privati delle funzioni attribuite.

Qual'è la normativa di riferimento?

La Legge 6 novembre 2012, n. 190, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 265 del 13 novembre 2012 ed in vigore dal 28 novembre 2012, con cui sono state approvate le "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione", ossia una serie di adempimenti e misure preventive della corruzione tra le quali: la normativa in materia di trasparenza amministrativa, che nel D.lgs. n. 33/2013 [oggetto di revisione il 23 giugno 2016 con il D.lgs. n. 97/2016] trova il suo nucleo fondamentale, il D.lgs. n. 39/2013 in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, il DPR n. 62/2013 contenente il codice di comportamento generale dei dipendenti pubblici, al fine di rafforzare la strategia di prevenzione dell’illegalità rafforzando la responsabilità dei dipendenti pubblici.

Ulteriori strumenti legislativi di riferimento sono le Circolari del Dipartimento della Funzione Pubblica e gli atti dell'Autorità Nazionale Anticorruzione - A.N.A.C., Linee Guida e delibere, nonché i Piani Nazionali Anticorruzione [delibera n. 72/2013 dell’11 settembre 2013 - aggiornato con determinazione n. 12 del 28 ottobre 2015, riformulato con delibera n. 831 del 3 agosto 2016 e di recente aggiornato nuovamente con delibera 1208 del 22 novembre 2017]. A ciò si aggiunga la normativa di cui al D.lgs. n. 231/2001 di cui alla compliance aziendale strettamente connessa all'impianto legislativo in materia di prevenzione della corruzione.

A chi si applica?

A tre macro categorie di soggetti: 

  • pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.lgs. n. 165/2001, comprese le autorità portuali, nonché le autorità amministrative indipendenti di garanzia, vigilanza e regolazione

  • enti pubblici economici - ordini professionali - società in controllo pubblico - associazioni, fondazioni, enti di diritto privato comunque denominati, anche privi di personalità giuridica, con bilancio superiore a cinquecentomila euro, la cui attività sia finanziata in modo  maggioritario per almeno due esercizi finanziari consecutivi nell'ultimo triennio da pubbliche amministrazioni e in cui la totalità dei titolari o dei componenti dell'organo d'amministrazione o di indirizzo sia designata da pubbliche amministrazioni 

  • società in partecipazione pubblica - associazioni, fondazioni, enti di diritto privato, anche privi di personalità giuridica, con bilancio superiore a cinquecentomila euro, che esercitano funzioni amministrative, attività di produzione di beni e servizi a favore delle amministrazioni pubbliche o di gestione di servizi pubblici.

Di che cosa mi occupo?

Fornisco supporto e consulenza giuridico-legale a imprese e amministrazioni pubbliche nell’elaborazione di strategie preventive e di sistemi di compliance, risk management e gestione del rischio corruttivo in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza.

In particolare, i servizi sono resi previa valutazione delle specifiche esigenze di ogni cliente e  possono essere così declinati:

  • Predisposizione dei principali documenti di pianificazione: compliance program, quali Piani Anticorruzione (L. n. 190/2012) entro il 31 gennaio di ogni anno - Modelli Organizzativi (D.lgs. n. 231/2001) e misure integrative ex Legge n. 190/2012 - Relazione sui risultati dell'attività svolta entro il 15 dicembre di ogni anno - Codice di comportamento specifico aziendale

  • Creazione della sezione “Amministrazione Trasparente / Società Trasparente" del sito web aziendale e delle relative sottosezioni e supporto nell'inserimento, aggiornamento ed implementazione di tutti i dati e informazioni oggetto di pubblicazione

  • Predisposizione e gestione delle procedure di cui al nuovo Accesso civico e Accesso Generalizzato - c.d. FOIA (Freedom of Information Act)

  • Predisposizione del processo di “gestione del rischio” attraverso le fasi di mappatura, valutazione e trattamento del rischio corruttivo per ciascun processo, con particolare riferimento alle aree considerate a più elevato rischio

  • Monitoraggio per la verifica dei risultati con cadenza semestrale, attraverso la predisposizione di un report di verifica in cui verranno declinati gli obiettivi raggiunti 

  • Individuazione ed applicazione delle Misure specifiche volte alla prevenzione del rischio corruttivo e Ottimizzazione delle metodologie di predisposizione del P.T.P.C.T.

  • Supporto nella gestione delle banche dati collegate agli obblighi di legge: PerlaPa - AUSA - MEPA - procedure di acquisizione del codice CIG/SMART CIG in materia di affidamento di contratti pubblici

  • Predisposizione delle procedure di Autoregolamentazione interna in termini preventivi, di controllo e sanzionatori (regolamenti, modulistica ex D.P.R. n. 62/2013, ex D.lgs. n. 39/2013, inserimento di clausole contrattuale etc.).

 

Fornisco Percorsi di Formazione, calibrati sulle esigenze del cliente, sui temi dell’etica e della legalità sia di livello generale che di livello specifico, attraverso lezioni di tipo frontale, con ausilio di diapositive in formato power point, didattica partecipata con spazi di discussione e di approfondimento, manuali didattici per consentire un apprendimento ad ampio raggio.

 

I miei clienti

Offro i miei servizi e le mie competenze in materia di strategie di prevenzione della corruzione e di compliance, nei settori pubblico e privato per accompagnare imprese pubbliche e private nel percorso di creazione e mantenimento della struttura di prevenzione della corruzione e della trasparenza in conformità alle continue evoluzioni normative, affiancando i Responsabili e il personale operativo in tutti gli adempimenti previsti e calibrando l'attività sulle specifiche esigenze interne dell'ente o dell'azienda.

 

Tra coloro che si sono affidati ai miei servizi, che svolgo sia a distanza dal mio studio che attraverso incontri operativi in loco, segnalo Ordini e Collegi Professionali e Aziende Controllate, tra i quali l'Ordine degli Psicologi della Regione Marche [primo in Italia tra gli Ordini PSI di piccole dimensioni per il livello di trasparenza garantito!